Bressan

La famiglia Bressan si occupa di viticoltura da oltre cent'anni, tramandando l'esperienza di padre in figlio e mantenendo vive la tradizione e l'alta qualità dei loro vini. Oggi, i Bressan lavorano ancora con la stessa dedizione e competenza di sempre, analizzando i diversi tipi di terreno e scegliendo i vitigni più adatti. Selezionano con cura le viti per la riproduzione o la sostituzione di quelle morte, al fine di preservarne il DNA e migliorarne la qualità.

Un altro pregio dell'azienda Bressan è il terreno che ospita i loro vigneti: le colline rocciose del Collio, che si aprono gradualmente sulla verde vallata del fiume Isonzo. L'area è protetta a nord dalle Alpi, ma aperta ai venti caldi dell'Adriatico a sud. Questa combinazione di fattori geografici, geologici e climatici crea condizioni eccellenti per la coltivazione dell'uva.

Al giorno d'oggi, si osserva una certa tendenza, nel mondo, a mettere sul mercato vini standardizzati e, di conseguenza, monotoni. Questo avviene principalmente a causa dell'abbondante utilizzo di chimicati nei vigneti e nella produzione vinicola, col risultato di azzerare le caratteristiche specifiche dei vitigni, l'influenza del clima e del suolo, e soprattutto del tocco unico del mastro vinaio. La famiglia Bressan è contraria all' anonimità dei vini e custodisce con zelo gli antichi princìpi della coltivazione dell'uva, ereditati delle precedenti generazioni.

Vini da Winedobona:

Schioppettino - (SCH) - 0,75 lt.
Pignol - (PIN) - 0,75 lt.
N3 - (SCH/CS/PN) - 0,75 lt.
Ego - (SCH/CS) - 0,75 lt.
Carat - (FRI/MI/RG) - 0,75 lt.
Verduzzo Friulano - (VDZ) - 0,75 lt.

Fulvio Bressan © Vladimir Asmirko