Roussillon

Roussillon (Vaucluse)
(Provence-Alpes-Côte d'Azur)

Roussillon, immersa nel Parco Naturale di Luberon, nel Sud della Francia, è considerata una delle più belle città del Paese. Il nome proviene dal latino Ruscilius, più tardi Rusticelius, dal fondatore di questo antico dominio gallo-romano. Per lungo tempo, la principale ricchezza della zona fu offerta dal suo terreno: l'ocra. E l'intera economia della città si sviluppò intorno ad essa. Nel Settecento, con la modernizzazione dell'industria tessile e l'introduzione dei telai, la domanda di tintura portò a intensificare la produzione di ocra.

Tra il 1780 e il 1785, Jean-Étienne Astier studiò le proprietà delle terre gialle e rosse che dominano la zona e neppure il periodo rivoluzionario impedì alle sue aziende di prosperare. I resti delle antiche cave e di alcune vecchie fabbriche di ocra sono tutt'ora visibili nel circondario. Solo negli anni '80 del XX secolo, turismo, agricoltura e viticoltura hanno interamente rimpiazzato l'ocra. Oggi, Roussillon è circondata da ben 24.000 ettari di vigne. Grazie al clima morbido e a una durata media della luce diurna di 2.600 ore all'anno, le 15 varietà di uva locali crescono in condizioni ottimali e consentono ai viticoltori di creare quattordici vini AOC. Quest'area produce l'80% di tutti i Vin Doux Naturels della Francia. Vini dolci, come il Banyuls-sur-Mer, il Maury o il Muscat de Riversaltes meritano una menzione particolare.

weinbauregion-languedoc-roussillon_landkarte